FONDO DI SOLIDARIETA’

Il Fondo di Solidarietà è stato istituito dall’ Associazione dei genitori Ginkgobiloba in collaborazione con la direzione didattica Nolli Arquati all’inizio dell’anno scolastico 2009/2010.

A partire da tale data, infatti, a causa dei tagli ai finanziamenti per le scuole pubbliche attuati dal Ministero dell’Istruzione, la direzione didattica non ha più potuto garantire alle famiglie in difficoltà economica il mantenimento della “gratuità”, vale a dire la copertura economica per partecipare a uscite didattiche, spettacoli teatrali e altre iniziative culturali promosse dai docenti.

Il Fondo di Solidarietà è nato, pertanto, con l’intento di coprire almeno una parte delle richieste di gratuità inoltrate dalle famiglie. Le feste organizzate dall’Associazione Ginkgobiloba (la festa di benvenuto alle prime, la festa di Natale e la festa di fine anno), sono, insieme al tesseramento, le principali fonti di finanziamento del Fondo di Solidarietà e del Fondo destinato a sostenere economicamente le attività didattiche della scuola rivolte a tutti i bambini. Le modalità di gestione dello stesso vengono stabilite ogni anno dall’assemblea dell’Associazione Ginkgobiloba.

Hanno accesso alla gratuità i genitori che entro il 15 novembre, presentino in Segreteria una copia del modello ISEE da cui risulti un indicatore non superiore ai 6.500,00 euro.

I docenti di classe, a conoscenza delle situazioni degli alunni, possono comunque sollecitare la presentazione della richiesta da parte delle famiglie e segnalarne i nomi in Segreteria.

La Segreteria comunicherà in seguito al rappresentante di classe il numero delle gratuità presenti nella classe e i nominativi dei genitori a cui non richiedere le quote di partecipazione alle uscite didattiche.

Si ricorda che i rappresentanti sono tenuti a operare nel rispetto della normativa a tutela della privacy.

 In particolare, quest’anno il Fondo di Solidarietà:

  •    rimborsa le spese sostenute per le iniziative ad integrazione dell’attività didattica (biglietti per spettacoli teatrali, anche tenuti a scuola, ingressi a musei, guide per visite didattiche, laboratori, biglietti ATM o pullman ed eserciziari scolastici) con un contributo forfettario di 50 € ad alunno in gratuità;
  • concorre alle spese per Scuola Natura con un contributo di 30€ a gratuità. Pertanto a carico delle famiglie con diritto alla gratuità rimarrà il costo di soggiorno (25€ totali per cinque giorni di soggiorno) e l’eventuale rimanente costo delle attività svolte in loco.

I rappresentanti richiederanno la quota dovuta (50 € e/o 30 €) per ogni gratuità contattando la referente dell’Associazione Laura Marsilio Amigoni  lauramarsilioamigoni@gmail.com

Poiché il Fondo di Solidarietà vive grazie al denaro raccolto in occasione delle feste e dei tesseramenti, più estesa sarà la partecipazione dei genitori all’attività dell’Associazione, maggiore sarà la possibilità di contribuire al benessere di tutti i bambini. E’ importante, quindi, trovare idee, proposte e soprattutto, mani, braccia e cervelli di genitori volenterosi che abbiano voglia di dedicare un po’ di tempo e impegno sociale per il bene comune dei bambini.